News
Categorie
L'AQUILA E IL CONDOR - Presentazioni Editoriale Attivita Cultura Globalizzazione Ecologia Economia Documenti Finanza
  • » Glossario Finanza
  • Opinioni e Proposte Giustizia Attualita Multimedia-TV
  • » Video
  • » TV
  • Recensioni Radio PuntoZenith Cinque per mille Storia Nascosta (cose mai dette) La Palestina: le ragioni di un conflitto Posta elettronica Note Legali


    email Invia un' email ad un amico | print Versione stampabile |

    L'esercito birmano avanza verso la clinica

    di Comunita' Solidarista Popoli on Ottobre 08,2008

    image

     .

    .

    .

    .

    .

    .

    .

    .


     

    I BIRMANI AVANZANO VERSO LA CLINICA "CARLO TERRACCIANO".

    BRUCIATE ABITAZIONI KAREN IN DUE VILLAGGI.

     

    2 OTTOBRE 2008

     

    Da tre giorni proseguono i combattimenti tra truppe birmane e Esercito di Liberazione Karen nei dintorni del villaggio di Kler Law Seh, sede della clinica medica"Carlo Terracciano", costruita e gestita dalla Comunità Solidarista Popoli.

    Gli scontri sono conseguenza dell'avanzata birmana verso la roccaforte Karen situata proprio sulla cima di una collina che sovrasta Kler Law Seh.

    Il villaggio di Bla Tho, occupato ieri dai soldati di Rangoon, ha subito l'incendio di alcune abitazioni e l'arresto di diversi abitanti, accusati dai birmani di intrattenere rapporti amichevoli con la resistenza patriottica del KNLA.

    Bla Tho, lo ricordiamo, è sede di una delle scuole elementari di "Popoli", ed è tappa abituale delle missioni della Onlus italiana, impegnata a prestare cure alla popolazione di profughi interni Karen.

     Questa mattina gli uomini della 3° compagnia del 201° battaglione Karen, guidati dal Colonnello Nerdah Mya, hanno tentato un contrattacco proprio per cercare di liberare il villaggio dalla presenza dei birmani. Le sorti dello scontro sono ancora incerte. I birmani hanno inviato 200 uomini a sostegno dell'offensiva, iniziata di fatto già lo scorso settembre, durante l'ultima missione della Comunità Solidarista.

    Nel pomeriggio di oggi altre truppe birmane sono entrate nel villaggio di Tah Hoh Kyo, che dista circa due miglia dalla clinica "Terracciano", dando fuoco a tre abitazioni e arrestando numerosi abitanti.

    Al momento non vi è personale italiano nella clinica, ma i paramedici Karen di "Popoli" sono rimasti al loro posto, continuando a prestare assistenza alla popolazione.

    I Karen lottano da sessanta anni per la propria sopravvivenza, battendosi con rigore contro la produzione e il commercio di stupefacenti e per il mantenimento della propria identità. Il regime birmano intrattiene rapporti preferenziali con  Cina, Israele, Singapore, India, Australia e numerose aziende multinazionali occidentali (tra cui l'americana Chevron e la francese Total) che realizzano ingenti profitti sulla pelle delle popolazioni indigene.

    Nessun governo sostiene la lotta per l'autodeterminazione dei Karen, e il loro rappresentante, in visita lo scorso novembre al parlamento di Strasburgo, non è stato ricevuto nemmeno per cortesia da alcun commissario del carrozzone europeo. Tutti troppo impegnati in decisive discussioni sul calibro dei pomodori comunitari e in pantagrueliche "cene di lavoro" a base di wurstel alsaziani.

    I politici della sedicente democrazia europea non muovono un dito per il popolo Karen . Hanno forse paura che la polverina bianca e le pasticche da sballo non arrivino più nelle nostre strade e nelle nostre scuole ?

    Temono forse che le multinazionali tolgano loro la dorata seggiola da sotto l'Onorevole Deretano ?

    Sono troppo indaffarati con la costruzione della Centrale Europea di Spaccio, il Kosovo, per la quale hanno addirittura partecipato ad una guerra al fianco dei narcotrafficanti albanesi ?

     

     

    Comunita' Solidarista Popoli

     


    2173 numero letture

    Ti e' piaciuto questo articolo?

    1 2 3 4 5 Rating: 5.00Rating: 5.00Rating: 5.00Rating: 5.00Rating: 5.00 (totale 7 voti)

     

     


    Copyright puntozenith.org - Powered by deanetwork -