News
Categorie
L'AQUILA E IL CONDOR - Presentazioni Editoriale Attivita Cultura Globalizzazione Ecologia Economia Documenti Finanza
  • » Glossario Finanza
  • Opinioni e Proposte Giustizia Attualita Multimedia-TV
  • » Video
  • » TV
  • Recensioni Radio PuntoZenith Cinque per mille Storia Nascosta (cose mai dette) La Palestina: le ragioni di un conflitto Posta elettronica Note Legali


    email Invia un' email ad un amico | print Versione stampabile |

    FMI - Fondo Monetario Internazionale

    di redazione Puntozenith on Aprile 01,2007

    image

     

    Organizzazione internazionale specializzata creata il 27 dicembre 1945 per iniziativa degli Stati Uniti e della Gran Bretagna in occasione della conferenza di Bretton Woods ed entrata in funzione l’anno successivo, alla quale aderiscono la maggior parte degli stati membri delle Nazioni Unite.



    E’ incaricata di vegliare sul buon funzionamento del sistema monetario internazionale. A tal scopo il Fondo esplica tre funzioni: definire e preservare un regime ordinato di rapporti monetari internazionali; offrire agli stati membri un quarto di studio e negoziazione; dispensare crediti ai paesi che incontrano difficoltà di bilancia dei pagamenti. La storia del Fmi ha attraversato fasi critiche.

    Dopo aver preso atto, senza rimetterle in discussione, delle parità ufficiali che gli furono notificate dagli stati membri, il Fondo Si sforza di sviluppare la sua azione in due direzioni: stabilizzazione dei tassi di cambio, lotta contro le pratiche restrittive e discriminatorie. La gravità dell’inflazione che colpì l’Europa dopo la guerra, l’esempio della forte svalutazione della sterlina nel 1949 decisa dal governo inglese senza che il Fmi fosse stato in grado di giudicarla effettivamente, complicarono l’attività di questo organismo.



    A partire dal 1960, il Fmi registrò successivi aumenti delle quote (in oro e in monete nazionali) dei principali paesi membri nonché la conclusione degli accordi generali di prestito in base ai quali le principali potenze, oltre alla loro quota, hanno concesso prestiti al Fmi. Parallelamente il E’mi ha partecipato agli studi relativi alla creazione di strumenti di riserva (diversi dall’oro e dalle valute di riserva) .



    Con la creazione nel 1970 del diritti speciali di prelievo (v. Dps), il Fmi si è dotato di un nuovo strumento finanziario, che viene distribuito ai paesi membri al fine di aumentare la liquidità internazionale. Negli anni ‘70 la fine del gold exchange standard (v.) e la crisi petrolifera hanno sconvolto l’economia mondiale e ridimensionato il ruolo del Fondo come regolatore del sistema monetario. I dieci paesi industrializzati, e in particolare gli Stati Uniti, sono diventati i nuovi banchieri, mentre al Fmi viene assegnata la funzione di dispensatore di crediti per le nazioni più in difficoltà.



    Nei primi anni ‘80 l’indebitamento del paesi emergenti, quelli che hanno risentito maggiormente della recessione, ha raggiunto la quota record di 600 miliardi di dollari, un disavanzo che difficilmente può essere colmato. Per evitare una bancarotta dell’intero sistema, nel 1983 il Gruppo del Dieci ha deciso di potenziare il Fmi, aumentando le quote del Dsp e allargando il capitale del Gab. Esso attua un controllo planetario del sistema monetario che consente l’attuazione di criteri socio— economici in sintonia con la strategia della globalizzazione.



    Punta ad una moneta unica mondiale.


    1330 numero letture

    Ti e' piaciuto questo articolo?

    1 2 3 4 5 (totale 0 voti)

     

     


    Copyright puntozenith.org - Powered by deanetwork -