News
Categorie
L'AQUILA E IL CONDOR - Presentazioni Editoriale Attivita Cultura Globalizzazione Ecologia Economia Documenti Finanza
  • » Glossario Finanza
  • Opinioni e Proposte Giustizia Attualita Multimedia-TV
  • » Video
  • » TV
  • Recensioni Radio PuntoZenith Cinque per mille Storia Nascosta (cose mai dette) La Palestina: le ragioni di un conflitto Posta elettronica Note Legali


    email Invia un' email ad un amico | print Versione stampabile |

    Approfondimento 2: La Commissione Trilaterale

    di redazione Puntozenith on Marzo 10,2007

    image

     

    Il Bilderberg, che ancora esiste e opera, ha avuto una caratterizzazione esclusiva nell’ammissione dei suoi membri ed è stato funzionale, fino agli anni ‘60, ad una strategia atlantica.

    Negli anni ‘70 ci si accorge, all’interno di questo club, che è tempo di allargare i confini per le proprie politiche di espansione economica anche ai goim, ai gentili. I tempi erano maturi. Nuove comunità di nazioni sviluppate emergevano nel contesto mondiale, come osservò Zbigniev Brzezinski (CFR, poi consigliere di Carter), ed era necessario inglobarle. Fra queste primeggiava il Giappone che, sul piano economico, stava assurgendo a potenza mondiale.

    E’ cosi che il 23 giugno 1972, nella tenuta dei Rockefeller (Tarrington - New York), venti personaggi di spicco del mondo economico si riuniscono con una delegazione giapponese guidata dall’ex ministro degli Esteri Kichi Miyazawa. Nasce la Commissione Trilaterale. Fu analizzato e deciso, in quella riunione, di costituire un “sistema tripolare per blocchi economici, capace di gestire tecnocraticamente gli affari del mondo”.

    Il disegno era quello di arrivare ad un’Europa federata fino agli Urali (la Trilaterale fu allargata all’Internazionale Socialista) e ad un continente americano-asiatico integrato attraverso una serie di accordi internazionali. Trattato di Maastricht, Nafta, Apec, dimostrano che ii piano fu posto in essere si sta concretizzando.

    Alla riunione suddetta parteciparono, tra gli altri, Bayless Manning (allora presidente del CFR) e Grido Colonna di Paliano (presidente della Rinascente). Molti saranno, in tutto il mondo, i personaggi politici di primo piano ed i rappresentanti dei maggiori gruppi industriali e finanziari che entreranno a far parte della Trilaterale (la cui iscrizione non è incompatibile con quelle al CFR e al Bilderberg).

    Negli anni ‘70, la Trilaterale fu animata da profondi e cruenti contrasti sulle strategic da seguire nei confronti dell’URSS, soprattutto in seno alla Internazionale Socialista. Richiamiamo al documento in cui questo tema è stato ampiamente trattato. La Trilaterale promuove periodici incontri e conferenze (alcuni aperti ed ufficiali, altri a porte chiuse e riservati).

    Lo scopo è sempre concentrato a facilitare il raggiungimento di quello che è, da sempre, il suo obbiettivo strategico: la costituzione di un unico mercato mondiale.


    1195 numero letture

    Ti e' piaciuto questo articolo?

    1 2 3 4 5 Rating: 5.00Rating: 5.00Rating: 5.00Rating: 5.00Rating: 5.00 (totale 12 voti)

     

     


    Copyright puntozenith.org - Powered by deanetwork -